La formazione professionale salesiana si mette in mostra.

 

cnos

Nel 1884 don Bosco partecipò con i suoi laboratori all’Esposizione italiana di Scienza e Arte tenutasi a Torino. Un’occasione simile si ripropone in questi giorni a tutti i Salesiani e alla Federazione CNOS-FAP in particolare: la partecipazione all’Esposizione universale che si terrà a Milano (EXPO).

In occasione di Expo la Federazione CNOS-FAP ha indetto la nona edizione dei concorsi nazionali dei settori professionali presso le sedi della Regione Lombardia (Arese, Brescia, Milano, Sesto San Giovanni e Treviglio) nei giorni 04 – 08 maggio 2015.

Il “Concorso Nazionale dei Capolavori dei Settori Professionali” è un’iniziativa che si propone almeno tre obiettivi principali:

  • stimolare gli allievi dei CFP della Federazione CNOS-FAP a misurarsi su una prova, elaborata di intesa con le imprese del settore, che rispecchia le competenze che l’allievo deve raggiungere al termine del percorso formativo;

  • promuovere il miglioramento continuo del settore e del singolo CFP della Federazione CNOS-FAP, soprattutto dal punto di vista tecnologico e della cultura d’impresa;

  • approfondire e consolidare il rapporto con il mondo della imprese del settore.

Questa proposta, denominata a volte “esercitazione”, altre volte “prova” o “capolavoro”, si colloca nel solco della tradizione salesiana. Già don Bosco, con una chiara preoccupazione preventiva e con una esplicita finalità pratica – quella di evitare i gravi pericoli morali delle officine della città e di dare una risposta concreta alla “gioventù abbandonata e pericolante”, bisognosa di apprendere un mestiere – aprì tra gli anni Cinquanta e Sessanta dell’Ottocento, ben sei laboratori: calzolai (1853); sarti (1853); legatori (1854); falegnami (1856); tipografi (1861); fabbri (1862).

Questo approccio eminentemente pratico – un apprendistato concepito prevalentemente come preparazione per un’arte o un mestiere manuale mediante concrete e prolungate esercitazioni di laboratori – è all’origine delle successive “Scuole di arti e mestieri”, ulteriormente ripensate come “Scuole professionali”, che daranno vita ad una visione più organica del lavoro e della formazione culturale e professionale dei giovani, come quella perseguita negli odierni Centri di Formazione Professionale.

Oggi siamo ormai alla nona edizione di questa rinnovata tradizione e i centri di formazione si confrontano in sei settori professionali e in tre aree trasversali. I settori professionali sono quelli di Meccanica macchine utensili, Elettrico,  Meccanico d’auto, Grafico, Ristorazione e Energia, mentre le tre aree trasversali vi sono le prove matematico scientifiche, culturali e informatiche.

Le prove saranno suddivise nei cinque centri professionali della Regione Lombardia in questo modo: Arese – settore Meccanica auto e Ristorazione; Brescia – settore elettrico; Milano – settore Grafico e area Culturale; Treviglio: area Informatica e Sesto San Giovanni con i settori Meccanico, Energetico e l’area  Matematico scientifica. Le premiazioni si terranno presso la sede della Regione Lombardia.

I ragazzi che parteciperanno a questo evento saranno circa 200 provenienti dai 62 centri di Formazione Professionale presenti in tutta Italia, saranno ospitati dalle strutture Salesiane e dalle famiglie dei ragazzi che  frequentano i percorsi di Formazione Professionale.

Numerose aziende hanno già dato il  loro supporto a questa iniziativa  a dimostrazione che esiste un legame  molto forte sia con le aziende del territorio con le aziende dei settori e l’attenzione delle stesse nei confronti dei ragazzi formati nei percorsi formativi professionali, da cui spesso attingono per le assunzioni.

Per la creazione del logo del Concorso nazionale dei settori professionali della federazione CNOS-FAP

 

 

Le Scuole Professionali Salesiane hanno realizzato, tra gli allievi dei corsi grafici delle case di Arese e Milano, un concorso per il logo che ci accompagnerà durante l’EXPO 2015.

Il 20 marzo una giuria composta da Alessandro Ticozzi, direttore CNOS-FAP della Lombardia, la professoressa Antonella Gasparotti della Fondazione Clerici e il giornalista Marco Picasso, direttore di Metaprintart, hanno scelto i tre lavori premiati. Il logo doveva tener conto di alcuni elementi quali: Milano, la Formazione Professionale dei centri Salesiani, l’Expo 2015.

Il logo ufficiale di quest’anno

 

cnos2015

 

Potrete seguire tutti i concorsi tramite i social network a cura del Social Media Team.

Su facebook alla pagina www.facebook.com/concorsiCnosFap

Su Twitter alla pagina @concorsiCnosFap

Su instagram alla pagina @concorsiCnosFap

Sulla pagina youtube dei concorsi (youtube.com/concorsi) verranno caricati giornalmente i video delle gare dei vari settori.

Massimiliano Boracchi